Come scrive Nina Garcia nel suo favoloso e interessantissimo libro The One Hundred, cento capi e accessori che una donna di classe deve possedere, “Negli Stati Uniti, la East Coast dice All Star, la West Coast dice Vans.”

Le Vans, nate intorno agli anni Sessanta nel sud della California, divennero da subito un oggetto di culto per tutti gli skaters e i surfers di Santa Monica e Manhattan Beach.

E negli Ottanta si fecero conoscere in tutto il mondo grazie al film Fuori di Testa, in cui il protagonista indossava sempre il famosissimo modello di scarpe a quadretti.

Le classiche slip on Vans, se prima erano un modello di scarpe che a pochi piaceva, questa stagione ha decisamente spopolato sulle passerelle, fino ad arrivare in versioni low cost nelle grandi catene come H&M e Zara. Le più richieste, soprattutto tra le ragazze, sono quelle in similpelle nera e suola bianca. Favolose se abbinate a un paio di jeans skinny e blazer nero, magari con una T-shirt ironica sotto.
O ancora perfette con un paio di shorts in tessuto sportivo, crop top e cappellino da baseball.
Se ne trovano di mille modelli, di mille materiali e di mille colori: dalle più semplici in tela monocolore a quelle in materiale sintetico pitonato, o ancora in tessuto metalizzato, con applicazioni o disegni particolarissimi.

Tra le blogger, poi, sono diventate un vero must have: ormai quasi tutte ne posseggono un paio e, si sa, se una moda parte dalle blogger in pochissimo tempo arriverà anche a diffondersi tra tutti i vari followers (e non solo loro!).
Le slip on sono state definite come “La scarpa della stagione” da grazia.it: comode perché senza lacci, di conseguenza velocissime da infilare e sfilare, comode perché un paio di sneakers è sempre perfetto per le giornate più lunghe e pesanti, comode perché ogni donna dovrebbe possederne un paio.

 

        Credits :   Grazia.it  TuStyle.it  The One Hundred by Nina Garsia

Redatto da :   ELENA VILLA